Compatibilità:

WebSite X5 Pro dalla versione 2020.2


Quando su Google fai una ricerca che riguarda un brand, può succedere che nella SERP, solo sotto al primo risultato, vengano visualizzati due, quattro o sei link interni al sito, corredati da una breve descrizione. Quelli sono i Sitelink di Google e si presentano così:



I Sitelink sono utili perché permettono agli utenti di accedere direttamente alla pagina per loro più utile senza dover per forza passare dalla home page: migliorano l'esperienza di navigazione, facendo risparmiare dei click. 


In più, alcuni siti beneficiano anche di una casella di ricerca, la Search box, all'interno dei Sitelink: questo consente agli utenti di effettuare ricerche all'interno del sito direttamente dalla SERP.  




Perché i Sitelink sono importanti

Tra i motivi per cui i Sitelink sono importanti possiamo elencarne 4 in particolare:

  • Migliorano la percentuale di click (CTR)

Occupando più spazio degli altri risultati nella SERP e consentendo un accesso immediato alle pagine più popolari, i Sitelink attirano l'attenzione degli utenti e fanno i modo che clicchino di più. In questo modo aumenta il CTR e, di conseguenza, il traffico organico al sito. 

  • Creano fiducia e credibilità

I Sitelink non vengono mostrati per tutti i siti: Google li propone solo se reputa che un sito sia ben strutturato e se pensa che i Sitelink possano essere utili per gli utenti. Il fatto che non tutti i risultati li abbiano da un senso di esclusività e fa sì che i siti proposti con Sitelink vengano percepiti come più affidabili.

  • Aumentano la riconoscibilità del marchio/prodotto

Le pagine che Google sceglie per i Sitelink sono spesso le pagine dei prodotti, dei prezzi, la pagina "Chi siamo" o il blog. Solo guardando i Siteink, quindi, gli utenti possono rendersi conto di cosa viene offerto da un sito prima ancora di visitarlo.

  • Permettono una navigazione più profonda tra le pagine 

I Sitelink mostrano le pagine più popolari di un sito indirizzando il traffico verso di esse, piuttosto che verso la home page. In questo modo gli utenti hanno più possibilità di esplorare meglio tutti i contenuti proposti.


Come si ottengono i Sitelink

I Sitelink, così come la Search Box, non sono qualcosa che puoi abilitare, attivare o richiedere: semplicemente Google può decidere di farli apparire se reputa che un sito sia ben strutturato e autorevole per una determinata query.


Tuttavia esistono alcune buone pratiche che puoi seguire per avere maggiori probabilità di ottenere i Sitelink:

  • Dai un nome unico al tuo sito

I Sitelink vengono proposti principalmente per le ricerche di marchi, quindi avere un nome del marchio univoco e non generico ti aiuterà a posizionarti in prima posizione.

  • Definisci una solida struttura di navigazione

Siti con strutture complicate sono difficili da scansionare per Google e da navigare per gli utenti. Assicurati che la Home Page sia la pagina principale da cui si diramano tutte le altre pagine: organizza categorie e sotto-categorie omogenee e non dimenticare le pagine "standard" come "Chi siamo", "Contatti" e "Prodotti/Servizi".  

  • Aggiungi una Sitemap.xml

La Sitemap.xml aiuta Google a comprendere e scansionare il tuo sito e a determinare quali sono le pagine più importanti.  

  • Usa dei titoli di pagina rilevanti

Dando dei titoli efficaci alle pagine migliori la SEO complessiva del tuo sito e aiuti Google nella scelta dei Sitelink pertinenti.

  • Crea dei link interni

Quanti più link interni portano a una pagina del sito, tanto più questa pagina sarà importante agli occhi di Google che potrà decidere di proporla come Sitelink.  


Sitelink, Search box e dati strutturati

Oltre alle tecniche viste nel paragrafo precedente, un altro modo per suggerire a Google quali menu prendere in considerazione per i Sitelink e come proporre la Search box è utilizzare i dati strutturati.


Anche in questo caso, l’impiego di schema non garantisce che Google mostrerà i Sitelink e la Search box, ma di sicuro si tratta di un buon modo per spingere le cose nella giusta direzione. 


In WebSite X5

In WebSite X5 hai tutti gli strumenti necessari per strutturare adeguatamente il tuo sito: quando al Passo 3 - Mappa definisci l'alberatura puoi facilmente organizzare le pagine in livelli e sotto-livelli (vedi: Come si crea la Mappa del sito?)


Puoi anche collegare la Sitemap. xml (vedi: Come si lavora con il file sitemap.xml del sito?), definire i titoli delle pagine (vedi: Come si impostano i Tag Title e Description di una una pagina in modo manuale?) e inserire tutti i link interni che reputi necessari (vedi: Come si crea un link?).


Per quanto riguarda i dati strutturati, invece, non devi fare nulla di particolare: WebSite X5 ricava automaticamente le informazioni necessarie per gestirli prevedendo il markup per la Search box nel caso tu abbia inserito un Oggetto Cerca nel Template o come contenuto di pagina. Accertati solo che al Passo 1 - Impostazioni del Sito > Avanzate > SEO > Dati Strutturati l'opzione Attiva Dati Strutturati sia attiva.